Da cosa è composta una pagina web

5 Dic 2018 - HTML per principianti

In questo articolo vedremo da cosa è composta una pagina web, in modo da sapere quali sono i linguaggi da imparare per sviluppare un sito web da zero.

Cosa scarichiamo dai server dopo la richiesta?

Come abbiamo visto nell’articolo precedente, i dati fondamentali che scarichiamo dal server sono di tre tipologie: HTML, CSS, Javascript.

Il documento scritto secondo lo standard HTML5 rappresenta il file più importante di un sito. Senza di esso infatti, non è possibile dar luogo ad alcuna pagina web perché sarebbe priva della struttura che permette la visualizzazione dei contenuti nel browser, come se avessimo un libro scomposto e senza pagine o più semplicemente una casa senza fondamenta.

HTML: Cosa deve contenere il sito web?

L’HTML è il documento chiave di un sito web ed è il responsabile della struttura. In questo file creiamo le sezioni e i contenuti del sito web. Con l’HTML possiamo definire testi, immagini, audio e video all’interno di spazi visualizzabili nel browser. Possiamo inoltre creare relazioni fra questi elementi attraverso l’inclusione di bottoni e link ipertestuali che ci permettono di navigare fra i vari contenuti o le diverse pagine.

Tutti gli elementi di cui abbiamo bisogno, li definiamo quindi nel documento HTML.

CSS: Come deve essere il sito web?

Il CSS è responsabile dello stile di una pagina. Immaginando di aver già creato la struttura HTML del sito web, la prima cosa che vorrete fare sarà senz’altro rendere maggiormente presentabili i vostri contenuti. Questo passaggio è possibile collegando le pagine HTML con i fogli di stile CSS, che consistono grossomodo in un lungo elenco di istruzioni utili a definire gli elementi stilistici della pagina. Attraverso i CSS includiamo le fonts, realizziamo il layout della pagina e formattiamo i contenuti consentendo  la totale accessibilità delle informazioni sui diversi dispositivi (desktop, tablet, mobile, smartwatch, ecc…).

Javascript: Cosa deve fare il sito web?

Il Javascript è responsabile della maggior parte dei sistemi interattivi di un sito web ed è la parte più avvincente quando si studia programmazione. Immaginiamo il Javascript come l’addetto alla gestione di tutti quei sistemi e componenti che rispondono a dei segnali per dar luogo degli effetti. Il Javascript permette ad un sito web di essere avanzato dal punto di vista interattivo. Pensiamo ad un e-commerce che ad ogni click effettuato sul bottone Aggiungi, aggiornerà la lista della spesa mostrandoci il totale nella sidebar del carrello, oppure immaginiamo l’astronave di Arkanoid che si sposterà lungo l’asse x dello schermo attraverso il movimento del mouse. Ogni fase dello sviluppo che riguarda l’interazione del client con gli elementi della pagina, può essere gestita e programmata in Javascript.

Questo è tutto! Un sito web completo è composto da nient’altro che questi tre elementi. In questa guida ci concentreremo molto sugli aspetti relativi all’HTML e non affronteremo gli altri due linguaggi che saranno oggetto delle prossime guide.

A questo punto siete pronto per iniziare a prendere confidenza con il linguaggio. Tuttavia, vi consiglio di non gettarvi subito a capofitto nel coding ma di cominciare ad osservare una pagina web sbirciando il codice sorgente o facendo uso degli strumenti speciali che il browser mette a disposizione degli sviluppatori, come vedremo nei prossimi articoli.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *